fbpx
Now Reading
INTEGRATORI PROTEICI: TIPI E BENEFICI

INTEGRATORI PROTEICI: TIPI E BENEFICI

PERCHÈ È COSÌ DIFFICILE CAPIRE QUELLO CHE FA PER NOI?

Proteine, proteine e ancora proteine! Quando iniziamo ad allenarci duramente, definendo i nostri obiettivi, gli integratori proteici sembrano convertirsi in qualcosa d’importante come l’aria. Ovviamente le proteine non sono la risposta a tutte le nostre preghiere, però prima o poi tutti pensiamo d’inserirla nella nostra dieta. Qui troverai qualche consiglio che potrà aiutarti a scegliere quella che più si adatta alle tue necessità.

Le proteine sono importanti, si, però quello che è veramente fondamentale è conoscere le varie tipologie esistenti e quali sono i principali benefici. Per questo motivo, abbiamo chiesto aiuto a Stefan Hanslik, co-founder di Go Primal, e lui molto gentilmente ci ha dato una breve (e comprensibile) descrizione dei principali tipi di proteine che ci sono sul mercato oggi.

Proteine di siero concentrato

È la più comune ed economica delle proteine attualmente in commercio. Il suo contenuto finale di proteine tra il 70% e 80%  e i suoi elevati livelli di lattosio, lo rendono uno degli integratori più ricchi di carboidrati, perciò è più indicato a chi sta cercando di aumentare il volume fisico.

Proteine di siero isolato

Sono processate e raffinate per diminuire i grassi ed i carboidrati in modo che il suo contenuto proteico sia circa del 90%. È un pò più cara delle proteine di siero concentrato, però il suo assorbimento è migliore. 

Molte proteine di siero isolato, che vengono vendute al giorno d’oggi sono senza lattosio e per tanto di più facile digestione. Tienilo a mente se sei sensibile al lattosio. 

Proteine di siero idrolizzato

In questo caso, il siero passa attraverso un processo chiamato idrolisi: questo significa che le proteine si trovano descomposte per favorire la metabolizzazione, un complesso processo che lo rende più rapido nell’assorbimento, però questo tipo di proteine sono anche un pò piu care. 

Caseina

La caseina si assorbe molto più lentamente che il siero di latte, per questo motivo si raccomanda il suo utilizzo in modo da evitare la perdita muscolare mentre dormiamo: è per questo motivo che le proteine di caseina si chiamano cataboliche (contro la perdita) e quelle di siero si chiamano anaboliche (costruttive).

Prendi appunti: il latte, se tollerato, è un ottima fonte di caseina; di fatto, è composto per un 80% di caseina e un 20% di siero. 

Quando usare il siero e quando la caseina?
L’ideale sarebbe assumere un buon frullato di proteine di siero (per il suo rapido assorbimento) dopo aver terminato l’allenamento e la caseina prima di andare a dormire in modo che lavori lentamente durante tutta la notte. 

Hai ancora dubbi? Non ti preoccupare!

Quello della nutrizione è un mondo molto grande e questi sono solo alcuni dei consigli, però se stai leggendo quest’articolo già sei sulla buona strada. Goditi il percorso! 

View Comments (1.284)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

© 2019 ISSUE MAGAZINE WORDPRESS THEME. ALL RIGHTS RESERVED.
Scroll To Top