fbpx
Now Reading
QUANDO REALIZZARE LO STRETCHING MUSCOLARE? SECONDO GERARD BERENGUER

QUANDO REALIZZARE LO STRETCHING MUSCOLARE? SECONDO GERARD BERENGUER

I CONSIGLI DEL FISIOTERAPISTA PER FARE STRETCHING QUANDO SERVE

La questione dello stretching prima dell’allenamento continua a generare controversie tra gli atleti di diversi sport, ma ci sono diversi studi scientifici che dimostrano che lo stretching prima dello sport non fa bene.

Personalmente, ho partecipato ad uno studio del Centro de Alto Rendimiento Deportivo Joaquim Blume in cui abbiamo avuto l’opportunità di dimostrare che gli atleti che hanno fatto stretching prima dell’allenamento hanno diminuito le loro prestazioni e la potenza muscolare rispetto a quelli che hanno eseguito solo un riscaldamento attivo senza alcun tipo di stretching passivo.

Fare stretching prima di allenarsi può provocare una lesione

Ciò che dobbiamo tener presente è che FARE RISCALDAMENTO non significa FARE STRETCHING.

Quando stiamo facendo stretching, l’obiettivo è quello di produrre un allungamento e una tensione interna del muscolo e del tendine. Questo allungamento porta il muscolo ad uno stato di rilassamento e perdita di tensione, una tensione necessaria per eseguire una successiva contrazione.

Pertanto, fare stretching prima dell’allenamento comporta un alto rischio di provocare una lesione muscolare o miotendinea e fa in modo che le nostre prestazioni sportive diminuiscano.

Cosa dobbiamo fare prima di allenarci?

L’obiettivo prima dell’allenamento è quello di aumentare la temperatura muscolare e favorire la lubrificazione delle articolazioni per ottenere un aumento della fascia di movimento articolare e un’attivazione muscolare che preparerà il muscolo per lo svolgimento ottimale dell’attività e siamo in condizioni ottimali per prevenire possibili lesioni.

Questo obiettivo sarà raggiunto eseguendo movimenti dinamici articolari e movimenti dinamici simili a quelli che eseguiremo durante l’allenamento.

Dobbiamo fare stretching dopo l’allenamento?

Sì, lo faremo in modo delicato, mai doloroso, e aumenteremo la tensione applicata poco a poco, poiché il ritorno alla calma muscolare deve essere progressivo per evitare di generare lacerazioni nel tessuto a causa dell’eccessiva tensione delle fibre.


Vantaggi dello stretching

 

  1. Ridurre la tensione muscolare
  2. Migliorare la coordinazione per consentire movimenti più liberi e più facili.
  3. Aumentare l’ampiezza dei movimenti e mantenere l’estensibilità evitando l’accorciamento cronico progressivo
  4. Prevenire lesioni come contratture muscolari o crampi
  5. Promuovere la circolazione creando una certa vasodilatazion
  6. Migliorare la consapevolezza del corpo o la propriocezione
  7. Facilitare l’ossigenazione muscolare

 

Secondo Gerard Berenguer VillarrealFisioterapista e Osteopata DO, FisioCross.

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

View Comments (12.534)